Skip to main content
3 levels

A/B Testing, segmentazione e personalizzazione tramite AI: 3 approcci complementari alle sfide della conversione

Reading time
5 minuti
Autore

In un mercato competitivo come quello attuale la customer experience è ciò che permette ai brand di distinguersi. Una ricerca di PwC sostiene che anche i clienti più leali abbandonano un brand dopo aver vissuto esperienze insoddisfacenti, con un impatto importante sul bilancio finale di un’azienda. Il 73% delle aziende che offrono una UX al di sopra della media mostra migliori performance dal punto di vista economico rispetto ai competitor. Un’analisi di Bain invece sostiene che le aziende più concentrate sulla UX hanno un fatturato superiore del 4-8% rispetto alla media di settore.  

Al tempo stesso l’equilibrio fra brand e consumatore sta cambiando: le aspettative dei clienti sono sempre più alte, mentre il tempo speso su un sito diminuisce - ciò che loro vogliono è un’esperienza personalizzata che li coinvolga sin da subito, pena l’abbandono del sito. Con livelli così alti di competizione i brand rischiano di perdere potenziali clienti senza nemmeno avere la possibilità di coinvolgerli o di provare a capire i loro bisogni.

1 Massimizza il ROI migliorando l’esperienza

Come possono essere sicuri i brand di offrire ai clienti ciò che vogliono, massimizzando quindi le possibilità di conversione sul sito? La risposta è migliorare costantemente l’esperienza che stanno proponendo, assicurandosi che incontri i bisogni dei clienti. Ciò significa testare e adattare sia il customer journey che i singoli elementi del sito: non riuscire a evolvere e migliorare insieme alle aspettative dei clienti danneggerà rapidamente conversion rate e revenue. 

La cosa migliore da fare è ripartire gli sforzi in tre attività, interconnesse fra loro: 

  • A/B testing e sperimentazione per migliorare l’user experience (UX) per tutta la tua audience. 
  • Sfrutta la segmentazione e la personalizzazione manuale per adattare l’esperienza alle necessità di gruppi specifici.
  • Adotta una personalizzazione predittiva basata su AI per capire e andare incontro ai bisogni dei singoli individui tramite un’esperienza che si adatti completamente alla persona. 

Ciascuna attività è essenziale e permette all’altra di rinforzarsi: i brand hanno quindi bisogno di una strategia coesa e di un tool che possa favorire questo approccio all-in-one se il loro obiettivo è quello di offrire la migliore esperienza ai loro clienti e aumentare il fatturato.

2 Migliora la UX dei tuoi visitatori sperimentando

Nel mondo analogico il cambiamento richiede tempo e un gran numero di risorse, ma in quello digitale si può adattare velocemente il customer journey dall’inizio alla fine, dalle immagini e dai messaggi della pagina iniziale fino ai colori e alla posizione dei pulsanti nel check-out.

Questo implica un numero infinito di possibilità: come si può quindi esser certi di star offrendo ai propri visitatori la UX ideale? Come può essere migliorata regolarmente per battere la competizione?

La risposta è nell’A/B testing costante.

TESTA CON COSTANZA E IMPARA

Testando diverse ipotesi otterrai dati da utilizzare nei processi di decision-making, basandoti su fatti piuttosto che su supposizioni. I benefici sono immediati e di lunga durata: una ricerca di Go Group Digital ha rilevato che le organizzazioni che creano una sana cultura di sperimentazione hanno una crescita in media dell’8% maggiore rispetto al PIL globale.

Sperimentare significa avere un approccio strategico verso ciò che testi e cercare di migliorare costantemente in tutte le aree, accettando il fallimento come opportunità di crescita. 

I benefici finali di UX migliorata sono potenzialmente enormi. Un esempio? Il supermercato Auchan, leader francese, ha aumentato il conversion rate del 60% testando diverse raccomandazioni di prodotto offerte ai visitatori del sito. 

Un A/B testing di successo significa che: 

  • Conversion rate ed engagement aumentano quando i visitatori rispondono positivamente a una UX migliorata, costruendo relazioni fedeli e a lunga durata. 
  • Puoi ottenere una comprensione più profonda dei clienti analizzando come rispondono ai cambiamenti della UX. In questo modo si possono apportare ulteriori miglioramenti e lanciare nuovi servizi e prodotti, aumentando la revenue. 
  • I rischi di non ottenere benefici dai cambiamenti è ridotto in quanto le decisioni sono basate su dati e non supposizioni.
  • Puoi ottimizzare tempo e budget testando e cambiando solo ciò che interessa ai tuoi clienti. 

3 Focalizza l’esperienza con segmentazione e personalizzazione

I brand più grandi cercano di soddisfare un numero importante di clienti. I diversi gruppi al loro interno hanno specifiche necessità e richieste, in base a criteri come:

  • Demografia (età e genere)
  • Comportamento (cosa fanno sul tuo sito, in che modo si approcciano al tuo brand)
  • Geografia (la loro posizione e il clima)
  • Criteri psicografici (interessi, valori, credenze e opinioni)

Segmentando i clienti con questi criteri puoi offrire un’esperienza adatta a ciascuno di questi gruppi.

C’è una guida completa step-by-step su come segmentare i tuoi visitatori e offrire loro un’esperienza migliorata in questo post di Kameleoon. In pratica, devi seguire un processo a quattro step, che inizia con la raccolta e l’analisi dei loro dati: inizia quindi segmentandoli manualmente in base ai criteri descritti prima e utilizza queste informazioni per fornire un’esperienza personalizzata per quel segmento. 

Quando un nuovo visitatore, che corrisponde a un certo profilo, arriva sul tuo sito, attiverà automaticamente l’esperienza più consona alle sue necessità. 

Un esempio? Su un sito fashion una visitatrice vedrebbe vestiti da donna, invece di visualizzare una homepage generica che mostra anche abbigliamento per uomo o bambini.

Una segmentazione di successo porta a: 

  • Maggiori conversioni, perché i visitatori vivono un’esperienza personalizzata che si adatta ai bisogni del loro segmento;
  • Un engagement maggiore grazie a contenuti e offerte che vanno incontro alle richieste precise dei visitatori, migliorando il retention rate;
  • Riduzione degli abbandoni, perché chi sta per lasciare la pagina riceve messaggi e offerte targettizzati per aumentare il potenziale di conversione;
  • La possibilità di curare lead qualificati usando informazioni raccolte online, per portare ad azioni successive, come e-mail o attività di marketing offline;
  • ROI garantito per azioni commerciali e di marketing, inviando gli stimoli giusti alle persone giuste, riducendo gli sprechi e massimizzando l’efficienza.

4 Personalizzazione predittiva tramite AI

I processi tradizionali di segmentazione che si basano su criteri creati manualmente - come quelli demografici e geografici - si basano su informazioni storiche, “fredde”, e potrebbero non essere in grado di individuare le intenzioni dei visitatori in tempo reale.

Come può un brand raggiungere questi risultati? Si riduce tutto ai dati e all’abilità di analizzarli, in modo da poter agire in real time. La buona notizia è che questi dati sono disponibili in forma di dati comportamentali “caldi”, raccolti anonimamente sul sito di un’azienda, e si stima che due terzi dei clienti condividano informazioni con i brand. Quindi, ciò che si aspettano è che questi dati vengano protetti e utilizzati saggiamente, ottenendo in cambio qualcosa di valore.

L’intelligenza artificiale e la tecnologia del machine learning permettono ai brand di usare queste informazioni per andare oltre la segmentazione manuale e offrire una personalizzazione predittiva: si analizzano comportamento e caratteristiche dell’utente in tempo reale, identificando segnali a un livello micro e stabilendo correlazioni fra i visitatori. Questo approccio fornisce agli algoritmi dell’AI l’abilità di apprendere a quale comportamento si associa la conversione e permette di analizzare nuovi visitatori in real time per stabilirne l’intenzione. 

La piattaforma di Kameleoon lo fa attraverso il Kameleoon Conversion Score (KCS), un heat score in real time per ciascuno dei tuoi visitatori: viene mostrata un’analisi dettagliata di tutti i tuoi visitatori sulla base delle loro intenzioni di acquisto sotto forma di heat range KCS. A seconda del punteggio puoi adattare in real time esperienza, messaggi e offerte e aumentare la conversione. 

Il risultato sono consumatori più felici, perché ricevono l’esperienza personalizzata che desiderano, un alto engagement e maggiore probabilità di conversione, tutti fattori che portano a profitti maggiori e costi inferiori.

5 Offrire un’esperienza migliorata per tutti con una sola piattaforma

In un’epoca di competizione digitale crescente e aspettative sempre più alte, i brand di successo devono sempre cercare di migliorare customer e user experience su questi tre livelli. 
Raggiungere questi traguardi significa costruire una cultura guidata dalla sperimentazione, con il supporto della tecnologia più appropriata. Ti serve una sola piattaforma che integri A/B testing e sperimentazione, segmentazione e personalizzazione predittiva tramite AI, aumentare engagement e conversion rate, ottimizzare le risorse e contribuire al successo finale. Questo vuol dire che è essenziale lavorare con un partner tecnologico che abbia un approccio all-in-one e che possa fornire strumenti e preparazione necessari a consegnare l’esperienza personalizzata che i visitatori desiderano, per ottenere maggiori profitti per il tuo business.